A- A A+
Notizie

Amministrazione Trasparente

Notizie

Dal sito dell'Anci nazionale
 
“Il prossimo governo ed il prossimo Parlamento dovranno affrontare due questioni delicate. Da un lato nelle Città metropolitane i poteri di ordinanza in materia antinquinamento non possono essere affidati solo ai singoli Comuni ma bisogna che siano trasferiti alla Città metropolitana. Inoltre, è necessario che sul tema del trasporto pubblico locale, almeno per le grandi città del Paese, la competenza non sia più delle Regioni, ma venga conferita ai Comuni”. E’ l’appello lanciato daEnzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale dell’Anci e sindaco di Catania, intervenendo alla conferenza stampa organizzata dall’Associazione e dal ministero dell’Ambiente sui temi della mobilità sostenibile a cui hanno preso parte il Ministro dell’AmbienteGianluca Galletti, il segretario generale dell’AnciVeronica NicotraePaolo TestaResponsabile Area Studi, Ricerche dell’Associazione.
Durante la conferenza stampa è stato annunciato il finanziamento di altri 33 interventi inseriti nella graduatoria del progetto ‘Giubileo della Luce’ per un totale di 3,235 milioni di Euro. Il progetto nasce dall’idea di Anci di coniugare la sostenibilità e l’efficienza energetica con la rivalutazione del patrimonio, offrendo un’opportunità di valorizzare i piccoli Comuni specie dove esistono tracciati fruibili dei “cammini” o antiche vie, come le Francigene.
Su questo punto Bianco ha ringraziato il ministro Galletti per l’impegno profuso e la collaborazione avviata con l’Anci: “Ha accettato la nostra sfida sulla sostenibilità che punta sul patrimonio artistico e culturale soprattutto dei piccoli borghi. e gli do atto di aver sostenuto il progetto finanziando finora 18 interventi di cui ben 17 sono stati già completati”.
“Sostenibilità ambientale e rispetto dell’ambiente, efficienza energetica e valorizzazione del nostro patrimonio paesaggistico, sono temi strettamente connessi - ha spiegato il ministro dell'Ambiente Galletti -. Con lo scorrimento della graduatoria del progetto Giubileo della luce finanziamo con 3,2 milioni di euro altri 33 interventi nei Comuni italiani: il 64% di questi sono comuni inferiori a 5mila abitanti. Uno strumento significativo per valorizzazione il nostro territorio - continua Galletti - e che testimonia la volontà del governo di sostenere piccoli comuni e borghi, in alcuni casi particolarmente simbolici in quanto colpiti da eventi sismici, come il duomo di Narni, e che trovano in questo progetto una ulteriore occasione di rinascita”.
Durante l’incontro coi giornalisti è stata anche annunciata la IV edizione della Conferenza nazionale sulla mobilità che si terrà in autunno a Catania. “Sarà una occasione per fare il punto su alcuni interventi – ha spiegato Galletti - come il Programma nazionale destinato al rinnovo del parco degli autobus dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale e alla promozione e al miglioramento della qualità dell'aria con tecnologie innovative, istituito nel 2017 e dotato di un fondo complessivo di 3.7 miliardi di euro per la sostituzione dei bus. Voglio inoltre ricordare - ha aggiunto Galletti - il Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, già avviato con 74 milioni di euro di progetti finanziati e un ulteriore stanziamento in arrivo di  20 milioni di euro”.
Un impegno importante sul terreno della sostenibilità che è stato riconosciuto anche dal segretario generale dell’Anci Nicotra. “Su questo versante le risorse investite e l’attenzione profusa dal governo produrranno risultati importanti già nei prossimi mesi. È arrivato il momento che ogni politica territoriale venga associata alla qualifica sostenibile”.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche le considerazioni di Bianco: “La Conferenza Nazionale sulla Mobilità sostenibile sarà l'occasione non soltanto per fare il punto sulle tecnologie e sugli strumenti di legge a nostra disposizione”, ha detto il presidente del Consiglio nazionale Anci. “Ma soprattutto per individuare soluzioni che possano produrre un mutamento di mentalità e di stile di vita nei cittadini. Dobbiamo lavorare per rendere gli spazi urbani sempre più a misura d'uomo, puntando sul verde e sulle passeggiate, che migliorano la nostra salute”.
Nel corso della conferenza stampa Paolo Testa, Responsabile Area Studi dell’Associazione, ha illustrato i risultati di una indagine SWG per Ancisulla mobilità sostenibile nelle 14 aree metropolitane del Paese.

staff
 
Grande soddisfazione dell'Anci per la firma, nella notte, del nuovo contratto degli enti locali che riconosce a circa 470.000 dipendenti di Comuni, Città metropolitane, Province, Regioni e Camere di commercio gli incrementi di stipendio per il biennio 2016-2018. "Restituiamo dignità ai dipendenti dei Comuni, personale più vicino ai bisogni, alle esigenze e alle aspettative del nostro Paese", commenta il presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro. 
Il contratto attua l’atto di indirizzo del Comitato di settore e pone le basi per una maggiore autonomia organizzativa degli enti. Si premia chi è disposto ad assumersi maggiori responsabilità, con la possibilità di individuare posizioni organizzative con delega di firma di provvedimenti finali aventi rilevanza esterna; si semplifica la costituzione del fondo per la contrattazione integrativa attraverso il consolidamento della parte stabile e tramite regole più chiare per l’alimentazione della parte variabile del fondo, risolvendo cosi l'annosa questione delle difformità applicative dell'istituto che ha generato i rilievi ispettivi del ministero dell'Economia. 
 
Le risorse per il trattamento economico delle posizioni organizzative vengono riportate, anche per i Comuni dotati di dirigenza, all'interno del bilancio degli enti, garantendo così maggiore autonomia gestionale. Si riduce la frammentazione delle indennità, con l’accorpamento di rischio, disagio e maneggio valori, e gli importi vengono conseguentemente aggiornati. Come chiesto dal Comitato di settore, viene valorizzato il personale della polizia locale cui è dedicata un’apposita sezione contrattuale, con una specifica indennità legata alla professionalità degli agenti, con riferimento sia alla responsabilità del grado rivestito che alle mansioni legate ai servizi operativi.
Il nuovo contratto risolve anche alcuni problemi specifici relativi alle figure apicali nei Comuni di minori dimensioni demografiche, chiarendo la possibilità di conferire gli incarichi di posizione organizzativa anche al personale appartenente alla categoria C.
 
Misure specifiche anche per le Unioni di comuni, che tengono conto delle dinamiche che caratterizzano i processi associativi sia sotto il profilo dell’attribuzione degli incarichi di responsabilità sia rispetto alle modalità di costituzione del fondo per le risorse decentrate.
Una Commissione paritetica, provvederà, entro luglio, a una rivisitazione del sistema di classificazione. Sistema che comunque viene semplificato con il superamento della categoria D3.
 
"Dopo circa nove anni, anche grazie all'impegno dell'Anci, si chiude un contratto nazionale per i lavoratori di un comparto che eroga servizi alla comunità. Si è cercato di innovare la base ordinamentale per una valorizzazione delle specifiche professionalità insieme a un'attribuzione di maggiori poteri gestionali per i datori di lavoro - conclude Decaro -. Certo, affronteremo l'incremento mettendo mano ai nostri bilanci, senza aiuti statali ma non avremmo potuto fare altrimenti, se non al prezzo, per noi inaccettabile, di bloccare la progressione economica a chi ogni giorno offre servizi ai cittadini. La futura battaglia sarà per una maggiore autonomia e responsabilità nella determinazione dei limiti quantitativi del salario accessorio e nel suo utilizzo per incentivare sempre il merito dei lavoratori e delle lavoratrici dipendenti degli enti locali".
Dall'Anci Nazionale

catasto

 

La nuova guida Ue richiede un codice di comportamento per gli appalti pubblici, in modo da evitare errori nei progetti finanziati dall'Europa. Sono in ballo 225 miliardi e l'efficienza e la correttezza diventano fondamentali.

La prima raccomandazione è di non sfalsare la concorrenza. Per esempio quando si prepara un bando si può ricorrere a una società per le consultazioni di mercato, purché questa non falsi la competizione all'interno della procedura di gara e favorisca un potenziale candidato con certe caratteristiche rispetto a un altro. Inoltre tutte le informazioni condivise con un'azienda o un professionista devono essere rese pubbliche.

L'altra è di procedere per appalti congiunti, anche tra amministrazioni di Stati diversi se si tratta di appalti transfrontalieri.

Inoltre si consiglia di pianificare tutta la procedura, in modo da organizzare l'applicazione e la gestione in futuri degli stessi contratti.

costituzionecommentata cover

La Costituzione della Repubblica Italiana commentata

commento di Lucio Pegoraro,
Professore Ordinario di Diritto Pubblico Comparato presso l'Università di Bologna

La Costituzione della Repubblica italiana contiene i principi sui quali si fonda la nostra democrazia; un documento del quale è importante conoscere appieno l’origine e la storia, affinché si possa compiutamente apprezzare il valore delle conquiste politiche e sociali che essa ha consentito e garantito in quasi settant’anni dalla sua promulgazione.
La Democrazia è un sistema fragile e in continuo divenire, occorre dunque la cooperazione di tutti, cittadini e istituzioni democratiche, in un consapevole e incessante sforzo comune.
È dalla Costituzione che scaturisce direttamente la propensione a questo sforzo comune, laddove segna il percorso da seguire per far sì che si sviluppi, fin dalla più giovane età e nell’esperienza scolastica, un percorso di tolleranza e di confronto civile delle idee e delle opinioni.
Nella speranza di poter contribuire attivamente alla riscoperta dei valori che hanno reso il nostro Paese una grande democrazia, presentiamo questo testo commentato da leggere e studiare, cosicché i giovani possano avvicinarsi ai suoi principi fondamentali, farli propri e renderli vivi, presenti, attuali, perché in essi, oggi come ieri, risiede la ragion d’essere del nostro vivere civile.

La Presidente Anci Veneto --- Maria Rosa Pavanello

L’Amministratore Delegato Anci Sa --- Enzo Muoio

 

Un gesto che mira a ricordare i diritti ed i doveri di tutti gli italiani. Il commento, intervallato da spunti di carattere storico, è curato dal prof. Lucio Pegoraro, professore ordinario di diritto pubblico comparato all'Università di Bologna e permette di capire la Costituzione, grazie ad un linguaggio semplice ed immediato.

Il volume è finalizzato alla divulgazione della Carta Fondamentale della Repubblica. Dai diciottenni alle coppie di sposi, la pubblicazione è un utile e gradito omaggio dei Sindaci verso i loro concittadini.

FORMATO B5, con possibilità di personalizzazione del segnalibro (inserimento logo Ente e testo pesonalizzato)

ditoModulo d'ordine

Comitatoitinerarium

Il Comitato Internazionale per il ripristino dell'Itinerarium di Marin Sanuto è stato ospite a Telenuovo, ieri sera, per parlare del loro importante progetto di valorizzazione del territorio.

Anci Veneto, tramite il Vice Presidente Angelo Tosoni, sta aiutando il Comitato nella raccolta di adesioni da parte del maggior numero possibile di Comuni veneti, così da poter riconoscere all'Itinerarium il titolo di 35° itinerario certificato a livello europeo.

Qui il video dell'intervista a Roberto Bruni, Presidente del Comitato, al cuoco medievale Gianico Viero, e a Claudio Hueller, curatore del Progetto.

Se siete interessati a maggiori informazioni, potete partecipare all'incontro di venerdì 23 febbraio a Valeggio sul Mincio (VR), in cui il Comitato parlerà del proprio progetto, e farà assaggiare delle specialità venete medievali preparate dal cuoco Viero.

Tutte le informazioni sull'appuntamento di Valeggio le trovate qui

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.ancisa.it. A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


RT @Urbact_IT: A Lisbona URBACT City Festival 2018: un'occasione per scoprire l'EU che innova https://t.co/vgK8i9Bs3M’urbact-city-festival-…

SAVE THE DATE - lunedì 26 febbraio al via i webinar #Anci e @Cittalia sul sistema di accoglienza dei minori stranie… https://t.co/98Po7Hy3Ev
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.