A- A A+
Notizie

Infografica_Cdp.jpgLa legge di bilancio 2019 (commi 849-857) ha previsto che Regioni, Province, Città metropolitane e Comuni possano richiedere alle banche, agli intermediari finanziari, alla Cassa depositi e prestiti e alle istituzioni finanziarie dell’Unione europea, obbligatoriamente entro il 28 febbraio 2019, anticipazioni di liquidità a breve termine per il pagamento di debiti certi, liquidi ed esigibili, maturati alla data del 31 dicembre 2018, relativi a somministrazioni, forniture, appalti e ad obbligazioni per prestazioni professionali. In recepimento delle norme in questione, Cassa depositi e prestiti ha reso note le modalità per accedere alle anticipazioni di liquidità previste dalla legge di bilancio 2019 (commi da 849 a 857). Tutte le informazioni sono disponibili sul portale Cdp e nell'Infografica riepilogativa.

direttivonazionale

Il 10 gennaio la presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, ha partecipato al comitato direttivo dell’Anci allargato ai sindaci dei Comuni capoluogo di provincia con all’ordine del giorno della riunione valutazioni e proposte sul decreto sicurezza e sulla legge di bilancio.

La presidente di Anci Veneto ha commentato così la riunione: “è stato un incontro positivo dove ci siamo confrontati in un clima positivo e di dialogo. L’intervento del Presidente nazionale Antonio Decaro è stato di grande responsabilità ed equilibrio. E ha sottolineato l’importanza del dialogo istituzionale confermato dall’incontro con il Premier Conte in cui mettere sul tavolo le nostre proposte tecniche per migliorare un decreto che tocca da vicino i territori e le comunità. Con la sua relazione il presidente ha dimostrato che l’Anci è davvero la casa di tutti i sindaci”.

L’Anci Veneto si è presentata al direttivo dell'Anci nazionale, con una posizione condivisa individuata nell’incontro del giorno prima con i sindaci dei Comuni veneti capoluogo. Come spiega la Presidente: “La posizione di Anci Nazionale va nella direzione di quanto auspicato da Anci Veneto nei giorni scorsi e confermato dalla riunione di ieri dove è stato ribadita l’importanza di rispettare la legge individuando, nel contempo, ipotesi migliorative. Certamente il decreto sicurezza, come ogni provvedimento, può essere criticato e modificato, ma un aspetto come la legalità non può essere messo in discussione”.

“Il confronto e non la disobbedienza – continua Pavanello - sono alla base della dialettica democratica. Per questo condivido le parole del presidente Decaro che ha annunciato l’incontro di natura tecnica con il Presidente del Consiglio con una delegazione ampia di Anci: l'obiettivo è di trovare delle eventuali soluzioni condivise e correttivi al decreto”.

“In Anci Veneto stiamo monitorando insieme ai sindaci gli effetti delle norme sull’attività dei Comuni e sul vissuto quotidiano dei cittadini in termini di sicurezza e legalità. Tra le maggiori preoccupazione dei sindaci c’è il taglio ai fondi per l'accoglienza con il rischio che la decurtazione possa ricadere sulle spalle dei Comuni che già devono fare i conti con enormi difficoltà di bilancio. E le cooperative in queste settimane ci hanno segnalato la medesima preoccupazione”.

“La politica – conclude Pavanello – non deve entrare nelle stanze dei Comuni e dei sindaci perché questo avvelena il clima istituzionale. La scelta del dialogo è del confronto è sempre la via maestra per riuscire a rispondere alle istanze dei cittadini e dei territori”.

cooperazione internazionale
A partire da quest’anno sarà l’ANCI a raccogliere ed inviare al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale - MAECI - i dati dei Comuni utili alla rilevazione delle attività di cooperazione internazionale allo sviluppo.
In tal senso è stata trasmessa una Lettera del segretario generale Veronica Nicotra a tutti i Sindaci per procedere alla rilevazione, da far compilare agli Uffici e trasmettere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 25 gennaio 2019.
Gli Uffici dell’ANCI restano a disposizione, insieme agli uffici della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, come indicati nella Guida alla notifica, per ogni chiarimento all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

creiamoPASi segnala l’organizzazione del prossimo evento formativo su “Riduzione dell’impatto ambientale di trattamenti fitosanitari su strade e ferrovie” nell’ambito del progetto CReIAMO PA - L1 WP2, riguardante azioni di sensibilizzazione volte a rafforzare le competenze delle strutture tecnico-amministrative deputate alla gestione degli appalti e degli affidamenti per i trattamenti fitosanitari di strade, autostrade e ferrovie.
Tale progetto, realizzato nell’ambito del PON Governance (2014–2020) - Asse I, mira a diffondere una cultura tecnica e amministrativa orientata alla riduzione dell’impatto ambientale dei trattamenti fitosanitari, in linea con le disposizioni previste dal Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari adottato con D.M. 22 gennaio 2014.
Gli incontri formativi hanno lo scopo di facilitare l’inserimento dei criteri ambientali previsti dal D.M. 15 febbraio 2017 (G.U. del 7 marzo 2017) nei capitolati tecnici degli appalti relativi ai trattamenti fitosanitari su strade, autostrade e ferrovie.

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (20.12.2018_DVA-D4-SE-7386_2018-0232.pdf)Lettera Ministero Ambiente 198 kB
Download this file (20.12.2018_Programma_Padova.docx)Programma evento Padova 23-24 gennaio 60 kB
Download this file (20.12.2018_Scheda_iscrizione_Padova.docx)Scheda di iscrizione 58 kB

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.anciveneto.org

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


"Vinta una battaglia sacrosanta. Ai 1.800 Comuni che l’aspettavano torna la quota di 300 milioni di fondo #Imu_Tasihttps://t.co/0KhX5g3bA5

Quali sono le nuove opportunità di finanziamento del programma @URBACT? E come aderire ai network di città europee?… https://t.co/M7RvB2lyG9
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.